Il mio piccolo grande miracolo

423744736_6eb5aeba08_bMarzo 2011: io, lui, insieme da una vita sposi da pochi mesi, iniziamo la ricerca di te.
Passano i mesi facciamo qualche visita e i primi esami, cambio 3 ginecologi pressapochisti e poco scrupolosi. Tutto bene, mi dicevano, lei è giovane, mi dicevano, non deve fissarsi, mi dicevano…anche con un progesterone a 8 e fase luteale di 10 giorni? Anche con un ureaplasma “curato” con un giorno di antibiotico? Anche se facendo l’esame delle tube sono stata tanto male da non riuscire a finire l’esame? No, mi dispiace io non ero convinta.

Passano così 18 mesi di pianti e paure, poi ci rivolgiamo in centro pma: finalmente un medico competente e umano! Nel giro di 6 mesi scopriamo che ho 2 cisti endometriosiche e una tuba forse chiusa. Faccio una laparoscopia e arriva la sentenza: endometriosi lieve,tube pervie ma schiacciate, possibilità di gravidanza naturale 3%. Mi mettono in lista per fivet.
Mi cade il mondo addosso: per me “nata mamma” è dura da digerire ma poi sono serena perché almeno so quale sarà la strada da seguire.
Arriva il momento della fivet ma per un mese tutto bloccato a causa del citomegalovirus: sconforto più totale….
Passano i mesi e finalmente iniziamo la stimolazione, arrivo al pick ma poi vado in iperstimolo con tanto di ricovero di 6 giorni in ospedale, transfer da fare 2 mesi più in là, ma i miei 3 embrioni non arrivano al congelamento quindi niente transfer, altra botta dura da superare.
Mi rialzo, faccio tutto il listone di alfemminile di testa mia scopro varie cosine e nel frattempo arriva la seconda fivet: niente iperstimolo, ma non si feconda nulla, cado nello sconforto, nella disperazione e nella paura più totale…raccolgo i cocci e vado avanti. Faccio isteroscopia e tolgo un setto uterino, nel frattempo mi metto a dieta per via dell’endo e senza glutine (vista la mia positività al test genetico) e faccio agupuntura. Ci siamo terzo tentativo, questa volta icsi: finalmente riesco a trasferire 2 embrioni, faccio tutte le terapie necessarie, controllo tutti i valori e passo il post-transfer in lieve iperstimolo e alla fine finisce con una biochimica….altra botta ma mi dico che almeno qualcosa si è mosso!

Decidiamo di provare a cambiare centro, decidiamo per l’Austria, prendo appuntamento per il 15 settembre e preparo tutti gli esami che servono, nel frattempo il ciclo mi viene regolare, ho però dei dolorini strani, poi un giorno non so perché faccio un test: POSITIVO! Piango shockata, non ci credo, non può essere vero!

Agosto 2015 io, lui e tu piccolo miracolo di 3,5 mm con cuoricino pulsante!
La pma ti cambia, ti insegna a vedere le cose in modo diverso ad assaporare attimo per attimo le piccole cose quotidiane ma anche ti segna, a fondo, perchè hai sempre paura che qualcosa possa andare storto e anche quando finalmente sei incinta non te la godi con la spensieratezza di chi non ci è passata perchè molto spesso, bisogna prendere mille pastiglie, bucarsi di eparina e prontogest e controllare mille valori, ma nonostante questo, come la pma ci ha insegnato, si stringono i denti e si va avanti!
Una donna pma lo sarà per sempre…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...